La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

E’entrata in vigore, ieri,  una nova Legge bancaria resa necessaria per correggere le carenze emerse durante la crisi nella gestione del rischio nelle banche slovene. Una delle novità sarà un significativo rafforzamento dei poteri della Banca centrale della Slovenia, che in base alla valutazione del rischio preparerà per ogni banca un programma di

supervisione ed effettuerà controlli più frequenti e sistematici, richiedendo misure correttive (intervenendo sui vertici, sulla ristrutturazione del debito, sulla strategia commerciale, ecc) e infliggendo ammende (fino a 5 milioni di euro per i membri dei Consigli di Amministrazione e Vigilanza, e fino al 10% del fatturato netto per l'istituto di credito) in caso di violazioni di legge. Il provvedimento dovrà essere completato, nei piani del Governo con due ulteriori interventi in materia di risanamento delle banche in sofferenza e garanzia dei depositi. (ICE LUBIANA)