La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Consiglio Comunale di Tirana ha approvato la scorsa settimana il nuovo Piano Regolatore della città, sviluppato da Stefano Boeri Architetti, insieme agli studi UNLAB e IND. Nel 2015, infatti, la cordata italo-olandese è risultata vincitrice di un concorso internazionale bandito dal Governo Albanese a seguito della riforma amministrativa che ha

visto ridurre drasticamente il numero dei Comuni esistenti in tutto il territorio. È stato approvato la scorsa settimana il Piano Regolatore disegnato dall'architetto Stefano Boeri in collaborazione con gli studi UNLAB e IND (vincitori a inizio 2016 di un concorso internazionale) e denominato "Tirana 2030" (TR030). Un progetto ambizioso e di ampio respiro che, a cento anni dal Piano Regolatore disegnato da progettisti italiani guidati da Armando Brasini, apre una fase nuova nel futuro della capitale albanese.
Il nuovo Piano Regolatore, voluto fortemente dal governo di Edi Rama (ex sindaco di Tirana) e dall'amministrazione dell'attuale primo cittadino Erion Veliaj, comprende l'intera area metropolitana di Tirana e prende in esame anche i collegamenti ferroviari con l'aeroporto e il porto di Durazzo, i trasporti e i servizi pubblici, le aree verdi e i corridoi ecologici, nuove aree di espansione controllata e la valorizzazione del patrimonio architettonico della città.