La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Con lo scopo di aumentare il contributo del settore ittico nell’economia albanese, l'Unione europea ha aperto la terza chiamata per finanziamenti per le istituzioni, dipartimenti e autorità pubbliche e statali. La soma messa a disposizione per questa chiamata e di 3.4 milioni di euro, dei quali 1.9 milioni di euro sono

destinati all’assistenza tecnica, 100 mila euro per forniture per la pubblica amministrazione e 1.4 milioni di euro per l’attuazione del regime di sovvenzioni. I finanziamenti per gli investimenti nella flotta giocheranno un ruolo chiave per l’incremento dell’efficienza, dando la possibilità ai pescatori di migliorare diversi elementi come il sistema di navigazione, la conservazione dei cibi (frigoriferi), le attrezzatura da pesca e diminuire l’inquinamento. Le sovvenzioni saranno concesse ai privati attraverso un parte terza, per un massimo di 60 mila euro a progetto ed in ogni caso il finanziamento concesso non potrà superare il 50% del valore dell’investimento. Tutte le istituzioni pubbliche hanno tempo fino al 11 settembre per applicare per questa chiamate dell’UE. La pesca in Albania rappresenta un settore importante per lo sviluppo socio-economico. Secondo i dati del Registro Nazionale della Flotta, nel Paese sono presenti 592 pescherecci con licenza, impiegando 4215 persone a tempo pieno.  (ICE Tirana)