La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Tra il 2006 e il 2016, i viaggiatori aerei sono aumentati da 13,2 a 35,7 milioni all’anno. Nello stesso periodo, il numero dei passeggeri nei voli interni verso le principali città del paese sono raddoppiati. Nel solo 2016 Il numero di viaggiatori stranieri è aumentato del 4,8%. Tale sviluppo, inaspettato anche per le

più rosee previsioni, ha portato il Governo - negli ultimi 4 anni - ad incrementare gli ammodernamenti e ampliamenti delle infrastrutture aeroportuali con investimenti superiori ai 3.200 miliardi di pesos (circa € 1 miliardo).

Nonostante ciò, le infrastrutture colombiane non sono ancora in grado di soddisfare il costante aumento dei passeggeri negli aeroporti che, in alcuni casi, nel giro di 5 anni, potrebbero non riuscire a sopportare ulteriore crescita di traffico. È il caso dell’Aeroporto El Dorado di Bogotà e del Rafael Núñez di Cartagena.

Di fronte a queste prospettive, il Governo colombiano sta portando avanti alcune opere di ampliamento delle capacità di traffico degli aeroporti esistenti e, allo stesso tempo, sta lavorando in progetti per la costruzione di nuovi terminali.

 

Nei prossimi anni verranno sviluppati i seguenti progetti infrastrutturali: Bogotá - costruzione di un nuovo aeroporto, El Dorado II.  Cartagena - ci sono due proposte di associazioni pubblico private (APP), una per espandere il terminal esistente e l’altra per costruirne uno nuovo.  Cali – ampliamento dell’aeroporto esistente.   (ICE BOGOTÀ)