La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Il ministero delle Finanze libanese ha annunciato di avere concluso un accordo con il governo siriano per aumentare la quantità di energia elettrica importata dalla Siria in Libano. E stata fatta una richiesta che permetterà ad Electricité du Liban (EDL) di avere una capacità di quasi 300 megawatt

di corrente generata in Siria rispetto ai 90 MW attuali.

Le importazioni energetiche in Libano dalla Siria datano dagli anni 1990.

L'aumento della quantità di energia elettrica acquistata da EDL in Siria deve consentire teoricamente all'EDL, con una capacità complessiva di 2.200 MW, di fornire circa due ore di corrente aggiuntiva in media al giorno.

 

Questa misura, approvata dal governo il 28 marzo 2017, permetterà all’EDL di distribuire fino a 1.000 MW in più per una fattura di oltre 4 miliardi di dollari in cinque anni in linea di principio. (ICE BEIRUT)