La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Nel 2016 sono stati venduti ogni giorni ben 121 milioni di litri di carburante Diesel in Germania, che contribuisce in gran parte alle emissioni di ossidi di azoto nocivi. L'Ufficio federale di Statistica (Destatis) ha inoltre riferito, sulla base delle statistiche di controllo dell'energia, che le vendite di gasolio tra il 1999 (93 milioni di litri) e

il 2016 sono aumentate del 30%. Al contrario, le vendite di benzina quotidiane sono diminuite del 41%, passando dai 112 milioni di litri nel 1999 ai 66 milioni di litri nel 2016. Con questo sviluppo, la quota delle vendite di carburante Diesel è passata dal 45% nel 1999 alla percentuale record del 65% nel 2016. Una delle ragioni per l'aumento della domanda di gasolio e quindi dei rispettivi veicoli, è probabilmente il beneficio fiscale per questo combustibile. L'imposta per la benzina senza piombo si attesta dal 2007 a 0,65 € al litro, mentre per il gasolio è di 0,47 €.   (ICE BERLINO)