I TWEET

Cresce il numero di #Governi che utilizzano #armidigitali per #manipolare l'#opinionepubblica. La ricerca di… https://t.co/AmvHSX6AGU
76mila nuovi clienti e utile netto a +42,1% per i risultati al 30 settembre #Credem https://t.co/kEAbEGLboC via @TribunaEconomic
RT @ITADubai: Today is the last day to visit the 29 renowned #Italian #jewellery companies @VODDIJS at stands H205 and H203 at ZA’ABEEL Hal…
RT @ITAJakarta_: Grande successo dell'evento organizzato da ICE Jakarta a Printech Indonesia.Accorse 120 ditte locali per incontrare gli es…
RT @ItalyinCuba: Descubras el programa completo de la XX Semana de la Cultura Italiana en Cuba | del 27 de noviembre al 3 de diciembre http…
RT @ITAPechino: Cresce ancora #export #vino #MadeInItaly in #Cina +24,3% genn-ago anche grazie a campagna I love❤️ITAlian🇮🇹 wines🍷di @ITAtr

TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

Il commercio tra la Cina e l'Angola è cresciuto del 48,6% tra gennaio e luglio di quest'anno rispetto allo stesso periodo del 2016, secondo i dati pubblicati dal Servizio doganale cinese. Secondo le cifre pubblicate da questa entità cinese nel portale del Forum di Macau, il commercio tra l'Angola e la Cina ha

raggiunto i 13,7 miliardi di dollari. Queste cifre permettono anche di verificare che la Cina ha venduto all'Angola, prodotti per 1,24 milioni di dollari, confermando un aumento del 32%, sempre in termini di anno su anno.

Ma la maggior parte degli scambi tra i due Paesi riflette l'importanza che il petrolio angolano ha per la Cina, rendendo l'Angola al secondo posto nei Paesi lusofoni con più prodotti globalmente venduti e acquistati. La Cina ha acquistato dall'Angola, prodotti per 12,12 miliardi di dollari, in crescita del 50% rispetto all'anno scorso, da gennaio a luglio.

In termini di scambi tra Cina e i Paesi lusofoni, l'elenco è guidato dal Brasile, mentre il Portogallo è al terzo posto.

Nel complesso, la Cina ha acquistato dai Paesi di lingua portoghese, beni per 47,79 miliardi di dollari, in crescita del 33,74%, e venduto prodotti del valore di 19,82 miliardi di dollari, più 25,74%.

Il Brasile è rimasto il principale partner economico della Cina, con un commercio bilaterale pari a 49,90 miliardi di dollari fra gennaio e luglio, con un incremento di 30,51%. Le esportazioni cinesi in Brasile hanno raggiunto i 15,65 miliardi di dollari, con un incremento del 34,97%, mentre le importazioni hanno totalizzato 34,24 miliardi di dollari, in crescita del 28,57% rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno.

Con il Portogallo, terzo partner della Cina tra i Paesi di lingua portoghese, il commercio bilaterale ammontava a 3,17 miliardi di dollari, in crescita del 1,19%. La Cina ha venduto a Lisbona, beni per 2,07 miliardi di dollari, in calo del 11,58%, e ha acquistato prodotti valutati a 1,10 miliardi di dollari, in crescita del 38,59% rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno.

La Cina ha istituito la Regione amministrativa speciale di Macao come piattaforma di cooperazione economica e commerciale con i Paesi di linagua portoghese nel 2003, quando istituì il Forum di Macao, che si riunisce a livello ministeriale ogni tre anni.   (ICE LUANDA)

 

 

EN IT