La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

#ValleAosta. Nel terzo trimestre il quadro economico ha segnato un graduale miglioramento. @bancaditalia https://t.co/T95wSG0YT9
@bancaitalia . In #Basilicata ricadute economiche dispiegate su tutti i principali settori produttivi https://t.co/8v43q2sIfC
160 aziende bresciane e 22 focus riguardanti i mercati di Paesi provenienti da tutti i contenenti. Questa la… https://t.co/BDlJzkv7Cg

Con quasi 15 milioni di arrivi (+14%) e 85 milioni di pernottamenti (+13%), il turismo croato, nei primi otto mesi di quest'anno ha registrato forte incremento rispettivo allo stesso periodo dello scorso anno. Entro la fine dell'anno si prevedono ricavi record che potrebbero superare i 10 miliardi di euro

incamerati lo scorso anno, con un aumento dal 5 al 7 % rispetto 2016. Tutti i mesi hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato, in particolare agosto che, con 4,4 milioni di turisti e' arrivato a contare 32 milioni di pernottamenti, il 6% in piu' rispetto allo stesso mese del 2016. Le previsioni per il restante periodo sono eccellenti ed e' possibile che alla fine dell'anno, per la prima volta nella storia croata, si raggiungano i cento milioni di pernottamenti. L'Istria si conferma leader nei pernottamenti, arrivando a quota 8,6 milioni, seguita dalla Regione Litoraneo-montana (6,1 milioni) e da quella spalatino-dalmata (6 milioni). Per quanto riguarda le destinazioni, la prima e' Rovigno, seguita da Medolino, Parenzo, Dubrovnik, Umago e Crikvenica. Il maggior numero di pernottamenti e' stato registrato dai vacanzieri tedeschi, seguiti da sloveni, italiani, polacchi e austriaci.   (ICE ZAGABRIA)