La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Interviste edizione cartacea e online #brasile #ambasciatore Ambasciata del Brasile a Roma  #HelioRamos https://t.co/Hp6yu2V6Zk
@allianztrade -@santander_sw CIB #two , #partnership per sviluppare una nuova soluzione Bnpl B2B dedicata alle m… https://t.co/RyjUmhbXXF
Italy: @UniCredit_IT - €750 million in additional loans to SMEs and mid-caps thanks to the EIB Group’s investment… https://t.co/LHLOYh8ABT
Alleanza tra @Enel e @costacrociere a favore della mobilità marittima sostenibile https://t.co/ANzMbeQk0r via @TribunaEconomic

 

Opportunità di investimento per le imprese italiane; adesione del Brasile all’Ocse e stato dell’arte dei negoziati per l’Accordo di libero scambio Ue-Mercosur. Sono stati i temi al centro dell’incontro tra il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda con il Ministro della Pianificazione e

del Bilancio del Brasile, Dyogo Henrique de Oliveira. Il bilaterale si è svolto questo pomeriggio nella sede del Dicastero di via Veneto.

Nel corso dell’incontro il ministro Calenda ha sottolineato l’interesse del Governo italiano a lavorare a livello bilaterale per supportare e favorire gli investimenti reciproci. Più in particolare, è stato rimarcato come l’Italia creda fortemente nell’Accordo Eu-Mercosur e – a tal fine – stia lavorando in sede comunitaria per favorire una positiva conclusione del negoziato. Al contempo, Calenda ha ricordato come il nostro Paese sia tradizionalmente aperto nei confronti dell’adesione del Brasile all’Ocse.

 

ll bilaterale si è concluso, infine, con l’apprezzamento del principale dei programmi di investimento del governo brasiliano – il ‘Programma Crescer’- che mette a disposizione di investitori privati 54 miliardi di euro per progetti pubblici nel settore delle infrastrutture. “Le imprese italiane”, ha ricordato Calenda, “ sono pronte a mettere a sistema la propria expertise e il proprio know-how, specialmente nei settori dell’energia, porti, aeroporti e autostrade”. Si è concordato infine un programma per sensibilizzare le imprese italiane sul territorio circa le opportunità offerte dal mercato brasiliano nell’attuale fase di ripresa dell’economia.