La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

La società OCSiAI, creata nel 2010 a Novosibirsk, pianifica di avviare nel 2020 la produzione di nanotubi single-walled di carbonio e di aprire un Centro di ricerca sui nanomateriali nelle zone industriali di  Hanebesh  e Differdange (Lussemburgo).  “La capacità annuale dell’impianto sarà di 250 tonnellate

di nanomateriali, l’importo degli investimenti pari a 100 mln. di Euro e saranno creati 200  posti di lavoro”- ha dichiarato il ministro dell’Economia del Lussemburgo – Etienne Schneider.

 

La tecnologia di sintesi industriale per nanotubi di carbonio single-walled è la prima creazione della societa OCSiAI e garantisce ai prodotti  proprietà uniche. Il direttore generale della societa OCSiAI  Yury Koropachinsky ritiene che l’avvio della produzione nel centro dell’Europa (Lussemburgo) sarà la chiave del successo per l’azienda russa.  (ICE MOSCA)