CCIR

I TWEET

TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

Si e' tenuta a Tunisi la VI edizione del Forum degli Investimenti, l’evento organizzato dall'Agenzia di promozione per gli investimenti esteri che rappresenta il principale appuntamento internazionale dedicato agli investimenti in Tunisia. Al Forum hanno partecipato circa 1.200 operatori da oltre

40 Paesi e particolarmente significativa è stata la presenza italiana, con quasi 100 operatori in vari settori, tra cui la meccatronica.

L'evento di quest'anno e' stato dedicato alle opportunità offerte dalla nuova legge sugli investimenti, entrata in vigore ad aprile, ai seguiti della conferenza internazionale "Tunisia 2020" e all’approfondimento delle tematiche di sviluppo regionale, agricoltura, industria 4.0 ed economia digitale.

Il Forum è stato aperto dal primo ministro Yūssef al-Shāhed, che ha assicurato l'impegno del Governo nel completamento del processo di riforme. In particolare, Shāhed ha sottolineato la priorità data al sostegno dell'imprenditoria mediante politiche per favorire l'accesso al credito delle piccole e medie imprese, il finanziamento di un programma strategico per incrementare le esportazioni e la crescente attenzione allo sviluppo economico delle regioni più arretrate con investimenti nelle infrastrutture per la realizzazione di grandi progetti. Lo strumento del partenariato pubblico-privato sarà adoperato in particolare per i settori dell'economia digitale, delle energie rinnovabili, della logistica portuale e del turismo. Per favorire la crescita degli investimenti esteri sarà rivista la lista dei settori economici ancora soggetti ad autorizzazione.

Il ministro dello Sviluppo, degli Investimenti e della Cooperazione, Zied Ladhari, ha confermato le potenzialità della Tunisia di diventare un hub regionale per gli investitori, specialmente grazie ai numerosi vantaggi operativi e strategici che offre come la prossimità' ai mercati europei e africani. E' intenzione del Governo, ha concluso il ministro, proseguire l'attuazione delle riforme tese a creare un mercato più aperto agli investimenti esteri diretti.

 

La Camera tuniso-italiana di Commercio e Industria ha organizzato il panel dedicato all'Industria 4.0, cui hanno partecipato il presidente dell'Associazione italiana di automazione e meccatronica (Aidam), Michele Viscardi, e Calogero Maria Oddo, della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Sono state discusse le capacità d'innovazione dell'industria tunisina e le opportunità che l'applicazione della meccatronica presenta per la Tunisia. Aidam ha proposto di promuovere le relazioni industriali nel settore della meccatronica attraverso la creazione di una piattaforma di collaborazione italo-tunisina con l'obiettivo di avviare uno scambio tra settore privato e mondo accademico attorno all'automazione e alle tecnologie innovanti a forte valore aggiunto.  (Farnesina) 

EN IT