La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

La fine del 2017 ha segnato la chiusura di alcuni progetti partecipati o guidati dalla Camera di Commercio Italiana a Lione, come Green-B, M.IN.D. et Well-O-Live, che si sono conclusi con valutazioni estremamente positive da parte degli organismi europei di controllo. Tuttavia non per questo l’attività europea della

 Camera di Commercio italiana di Lione rallenta. Oltre ai progetti tutt’ora in corso (ICCI, sull’Internazionalizzazione delle imprese Culturali e Creative, i due progetti di mobilità per giovani imprenditori EYE Mobilitas-7 e EYE-Mobilitas-21, Pulse, che si occupa della rimozione degli ostacoli culturali e linguistici che impediscono la mobilità del personale sanitario all’interno della comunità europea, e Ideate, sulla valorizzazione dei percorsi professionali nel settore del turismo) il 2018 ha segnato l’inizio di un nuovo progetto, il nono cui la CCIE di Lyon partecipa da quando a fine 2015 ha iniziato a sviluppare la progettazione su fondi comunitari.

Questa settimana si è svolto infatti il kick-off meeting di EQ-WOOD, progetto centrato sullo sviluppo delle competenze utili a favorire e sostenerel’innovazione nel settore del legno-arredo.

EQ-WOOD vede la CCIE di Lyon integrare come membro francese il partenariato guidato da Federlegnoarredo, cui partecipano il partner italianoConform Srl, Woodwize e Innovawood ASBL del Belgio, BBCWFI  e ITPIO della Bulgaria, l’ungherese Magyar Bútor és Faipari Szövetség, lo spagnolo ADIMME e l’altro partner francese IPRA.

“Questo nono progetto cui partecipiamo - afferma il Segretario Generale della CCIE di Lyon, Mirco Iadarola – rappresenta un grosso impegno per la nostra camera e segna un punto di svolta sia per le risorse impegnate, che per i finanziamenti ricevuti, per la durata triennale del progetto e per l’impatto previsto delle azioni progettuali in una delle filiere economiche più importanti in Europa”.  (Assocamerestero)