La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Lo Stato angolano intende emettere fino a 301,2 miliardi di kwanzas (1,3 miliardi di euro) in buoni del tesoro indicizzati al tasso di cambio del dollaro USA, mentre il bilancio generale dello Stato (OGE) del 2018 non è approvato in parlamento.Le informazioni sono contenute in un ordine firmato dal Ministro delle Finanze,

Archer Mangueira, il 26 gennaio, autorizzando l'emissione di buoni del tesoro in valuta nazionale, con l'aggiornamento del loro valore nominale in conformità con la variazione del tasso di cambio di riferimento pubblicato dal Banco Nazionale dell'Angola, per l'acquisto di dollari.Si tratta dell'emissione di debito pubblico più attrattivo, per proteggere gli investitori dal deprezzamento del kwanza, che solo in 15 giorni di gennaio ha già perso circa il 20% del valore rispetto al dollaro USA."L'emisisone è destinata a coprire le spese relative all'ammortamento del debito e al finanziamento di progetti di investimento nel periodo compreso tra l'inizio dell'eservizio economico del 2018 e la data di approvazione del bilancio generale dello Stato per il 2018", si legge ancora nel documento.L'emissione autorizzata dal Ministro delle Finanze, che copre aste con istituti finanziari e direttamente il pubblico, prevede il pagamento di tassi di interesse del 7% all'anno per scadenze triennali, ma che raggiungono l'8,75% nelle emissioni a 10 anni. (ICE LUANDA)