La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Firmata dal Presidente Andrzej Duda la legge sul divieto di commercio la domenica. La legge prevede che il divieto sia introdotto gradualmente fino ad arrivare alla totale estinzione. Dal mese di marzo e per tutto il 2018 il commercio sarà consentito solo due domeniche al mese, nel 2019 il divieto riguarderà

quasi tutte le domeniche e nel 2020 si prevede entrerà in vigore il divieto totale. Ai sensi delle disposizioni di legge, il divieto si applica a tutti gli stabilimenti commerciali, all’ingrosso e al dettaglio, in cui viene effettuata la vendita di beni e prodotti, rivenditori inclusi.Ciò significa che l'atto interesserà grossisti, borse, centri commerciali, piccoli negozi, stand, bancarelle, negozi di materiali da costruzione, depositi di carbone e persino negozi online. La legge prevede però anche una serie di eccezioni. Tale divieto non si applicherà a: distributori di benzina, fiorai, negozi di souvenir, panetterie, pasticcerie, edicole, uffici postali, alberghi e strutture culturali e sportive. La domenica sarà possibile fare acquisti nelle stazioni, negli aeroporti e nelle zone franche. La legge prevede anche che potranno rimanere aperti la domenica i negozi in cui i proprietari gestiscono personalmente e per proprio conto l’attività. (ICE VARSAVIA)