La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@BMWItalia @BMW è Partner Ufficiale del @teatroallascala di #Milano per lo speciale Concerto del 7 dicembre… https://t.co/2euw51TwGg
RT @ItalyMFA: "Pronto ed entusiasta di lavorare con l'#Algeria per affrontare le sfide comuni regionali e globali [...]" Buon lavoro a Gio…
5 Accordi per l’innovazione e di sviluppo. Dal @MISE_GOV 61 milioni di euro per progetti in #Campania, #Lombardiahttps://t.co/uSDdxJKcM6
@SACEgroup sostiene l’#automotive che rappresenta il 6,2% del Pil e il 7% dell’occupazione del manifatturiero nazi… https://t.co/2sFHy32Mlf
Andamento del settore #Automotive e trend dell’export. Continua la fase critica https://t.co/takL9c7sni’export-con… https://t.co/fEO34p223o

In data 28 marzo 2018 si è svolta l’inaugurazione del Centro per la Promozione degli Investimenti Bilaterali fra l'Italia e la Nuova Area di Liangjiang della municipalità di Chongqing, nato dalla collaborazione tra la Chongqing Liangjiang (CQLJ) e la Camera di Commercio Italiana in Cina (CCIC), grazie al

fondamentale sostegno del Consolato Generale d’Italia a Chongqing. La cerimonia è avvenuta alla presenza del Vice Direttore Generale del Comitato di Gestione della Nuova Area di Liangjiang, Tang Zongwei, del Console Generale d’Italia a Chongqing, Filippo Nicosia, e del Presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina, Davide Cucino.

La CQLJ, costituita nel giugno 2010, è l’unica area nazionale di sviluppo e interscambio con l’estero situata nell’entroterra cinese e la terza area approvata dal Consiglio di Stato, dopo la Pudong New Area di Shanghai e la Binhai New Area di Tianjin (area portuale di riferimento di Pechino). La CQLJ ha un ruolo centrale riguardo i più significativi programmi di sviluppo cinesi in quanto punto di intersezione di tre diverse aree economiche (il West Triangle Economic Zone, lo Yangtze River Economic Belt e la macro-regione del Sud Ovest) e punto nevralgico della Belt & Road Initiative.

A testimoniare la rilevanza dell’area per lo sviluppo delle relazioni bilaterali si ricordano i significativi investimenti da parte di primari gruppi industriali italiani, quali Ansaldo-Breda, CNH IVECO e UFI Filters, nonché l’apertura del Consolato Generale d’Italia a Chongqing nel 2013 e dell’ufficio locale della CCIC nel 2015. A riprova del valore strategico della CQLJ, il 4 agosto 2017 Ivan Scalfarotto, Sottosegretario allo Sviluppo Economico, ha sottoscritto un Memorandum of Understanding con la CQLJ per la costituzione del Centro di Promozione degli Investimenti Bilaterali.

L’inaugurazione del nuovo Centro avvenuta in data 28 marzo ha visto una prima parte della sessione plenaria che è stata aperta da saluti istituzionali e si è conclusa con la firma di un accordo tra la CCIC e la CQLJ. Quest’ultimo costituisce il raggiungimento di un obiettivo strategico e di business che la CCIC ha portato avanti sin dall'apertura dei suoi uffici nel 2015. “L’accordo siglato oggi” ha commentato il Presidente della CCIC Davide Cucino “rappresenta la sintesi dello straordinario lavoro di squadra tra CCIC, Consolato Generale d’Italia a Chongqing e la Nuova Area di Liangjiang. Il centro sarà il punto di facilitazione per le imprese italiane che intenderanno insediarsi nell’area con assistenza e accompagnamento personalizzati”, ha aggiunto Cucino.

Gli obiettivi principali dell’accordo sottoscritto dalle due parti comprendono l’identificazione di progetti industriali e commerciali fra aziende italiane e la CQLJ, la promozione di opportunità di investimento bilaterali attraverso un’azione mirata all’approfondimento della conoscenza reciproca, la facilitazione di matchmaking e workshop tra aziende di settore, il supporto nella negoziazione per l'ottenimento di clausole preferenziali e agevolazioni all’insediamento di aziende italiane nella CQLJ. Tra i settori principalmente interessati figurano automotive, energia e protezione ambientale, meccanica, elettronica e servizi, logistica, aviazione e aerospazio, cloud computing ed e-commerce.

Tali obiettivi vengono perseguiti attraverso lo svolgimento di attività promozionali e di supporto alle imprese delineate in un piano marketing definito da uno Steering Committee paritetico composto equamente da: rappresentanti della Zona Franca e del Dipartimento degli Investimenti e

dell’Industria da parte della CQLJ; rappresentanti della CCIC e di aziende italiane già insediate; il Consolato Generale d’Italia a Chongqing in qualità di membro consultivo e supervisore.

“Quello del rafforzamento del sostegno alle aziende italiane nella municipalità autonoma di Chongqing, come anche negli altri capoluoghi provinciali, è un obiettivo di lungo termine della rete diplomatico-consolare italiana in Cina” ha commentato il Console Generale Nicosia. “La creazione del Centro è il punto di partenza di un nuovo rapporto fra l’Italia e Chongqing fondato su basi industriali ed economiche sempre più solide”, ha aggiunto Nicosia, “e potrà servire al meglio le altre aziende italiane che vorranno investire in quest’area molto promettente della Cina”.

La sigla dell’accordo apre nuove opportunità per le aziende italiane interessate ad investire nella CQLJ, le quali, grazie al sostegno della CCIC, avranno diritto a condizioni agevolate definite contrattualmente con CQLJ per l’affitto di spazi adibiti ad uffici, showroom e attività. La concretezza della collaborazione tra CCIC e CQLJ, che ha portato alla firma di questo accordo, segna l’inizio di una nuova fase di implementazione di progetti industriali e commerciali italiani nella CQLJ.

Infine, l’inaugurazione ha visto la partecipazione attiva dei gruppi di lavoro della CCIC: Energy and Environmental Protection Working Group (EEPWG) e Aviation and Aerospace Working Group (AAWG). A seguito della seconda parte della sessionne plenaria, questi sono stati promotori di workshop settoriali in materia di energia e protezione ambientale, aviazione e aerospazio.  (Assocamerestero - Camera di Commercio Italiana in Cina