La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Per la prima volta dal Gennaio 2015 il corso del cambio dell'Euro rispetto al Franco Svizzero ha superato nuovamente la soglia di 1,20 franchi Svizzeri per un euro. Ciononostante il presidente Thomas Jordan ritiene di non aver fretta nell'intervenire per un eventuale aggiustamento dei tassi. Nonostante il deprezzamento infatti,

il presidente Jordan considera il Franco Svizzero ancora una importante valuta rifugio per i mercati internazionali, sebbene sia dovuta la massima prudenza viste le recenti oscillazioni. Gli analisti riconducono la momentanea debolezza del Franco a diverse cause. Una tra queste tende appunto a identificare il deprezzamento con la circostanza che il Franco abbia perso la sua natura di divisa rifugio, a seguito di una riaffermazione politica dell'Unione Europea e conseguentemente della sua valuta. Altri attribuiscono invece la debolezza della valuta elvetica alla politica miope della banca Nazionale Svizzera.   (ICE BERNA)