La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

L'accordo temporaneo di durata triennale e' stato firmato ad Astana la capitale del Kazakistan.   Il documento  consente di ridurre i dazi e le barriere tecniche  al commercio tra i cinque paesi membri dell'UEE e l'Iran.   Il nuovo accordo  prevede l'accettazione  di standard  condivisi per le procedure sanitarie/fitosanitarie  per una serie

rilevante di prodotti alimentari.   L'accordo prevede inoltre la comune interpretazione del certificato d'origine della merce secondo del direttive del WTO. Il Kazakistan potra' adesso  esportare in Iran con maggiore facilita' prodotti come  carne, legumi,  pasta, materiale rotabile,  tubi, batterie,   acciaio.  Nel primo trimestre del 2018 gli scambi tra Iran e Kazakistan sono cresciuti del 70%.  Secondo Tigran Sarkisyan, presidente del consiglio dell'Unione Economica Eurasiatica,  tra tre anni si potra'  firmare un accordo di libero scambio tra UEE e l'Iran.    (ICE ALMATY)