La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Invitalia S.p.A. ha deliberato quattro nuovi Contratti di sviluppo per un totale di 40,5 milioni di euro di agevolazioni, di cui 20,5 a fondo perduto. Di rilievo è l’impatto occupazionale previsto: 177 i nuovi posti di lavoro e 303 i confermati. Le agevolazioni consentiranno di avviare una serie d’investimenti per il rinnovo tecnologico,

l’incremento e l’efficienza energetica e per la riduzione dell’impatto ambientale su tutto il territorio nazionale: da Caserta ed Avellino dove sarà sviluppata componentistica in alluminio per il settore automotive, aRovigo dove la Cargill Srl svilupperà processi innovativi nel settore alimentare. E ancora: da Potenza, con il nuovo polo motoristico aereonautico, allo stabilimento dell’Agla Power a Sant’Ambrogio di Torino dove le agevolazioni consentiranno di sviluppare ulteriormente la ricerca per innovare i prodotti destinati alle più grandi case automobilistiche mondiali: Jaguar, Audi, Fiat, alla General Motors, alla Maserati.

Diventano così 126 le aziende italiane che hanno usufruito del supporto, anche strategico, di INVITALIA S.p.A. attraverso i Contratti di sviluppo (Cds), per un totale di 5 miliardi di investimenti attivati e di circa  67.500 i posti di lavoro creati o salvaguardati.

Con il Cds, INVITALIA Spa - l’Agenzia per lo sviluppo del Paese, sostiene gli investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale. Il Cds favorisce la realizzazione di programmi strategici e innovativi per rafforzare la struttura produttiva del Paese attraendo anche investimenti esteri. L’investimento complessivo minimo richiesto è di 20 milioni di euro.  Solo per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli si riduce a 7,5 milioni di euro. I

NVITALIA gestisce il Contratto di Sviluppo: riceve le domande, valuta i progetti, concede ed eroga le agevolazioni.