La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Nel mese di settembre il salario mensile medio lordo ha raggiunto 580 euro (450 netti), segnando un aumento del 6,7% su base annua. L'aumento è dovuto maggiormente al settore pubblico. Nel terzo trimestre i salari lordi medi raggiungono 571 euro, che è del 7,7% in più rispetto al periodo luglio-settembre 2017. La regione di Yambol si

distingue nel terzo trimestre con il salario medio in più rapida crescita nel paese. La base è bassa, ma l'aumento del 14,5% genera  un importo di 460 euro al mese. La crescita è visibile nelle regioni di Sofia (+13,3%), Kardzhali (+13,2%) e Pernik (+12,8%). Gli stipendi più alti e gli unici che superano la media si registrano nella capitale – 769 euro. Per il secondo trimestre consecutivo la regione di Blagoevgrad segna i più bassi tempi di crescita - 4,9 % su base annua e lo stipendio medio lordo è di 378 euro al mese. Alla fine di settembre il numero degli assunti a contratto di lavoro aumenta di quasi 7 mila persone su base annua. Questo è dovuto al maggior numero di assunti nelle costruzioni, nel settore ICT e nell’istruzione. La crescita si concentra soprattutto a Sofia, Plovdiv e nelle regioni circostanti. Le regioni di Burgas e Silistra registrano il calo più significativo rispetto a settembre 2017. (ICE SOFIA - www.capital.bg)