La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Nonostante l’attuale situazione economica in Italia l’interesse delle imprese austriache per il mercato italiano è grande. Le esportazioni austriache verso l’Italia sono aumentate dell’8,2% nei primi 11 mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017. Le importazioni austriache dall’Italia sono aumentate dell’8,6%

nello stesso periodo. Il volume commerciale totale è stato di 23,6 miliardi di euro nel 2017. Le attività delle imprese austriache sono concentrate particolarmente nel nord d’Italia. L’Austria esporta in Lombardia tanto quanto in tutta la Spagna. Gli articoli esportati sono innanzitutto prodotti lavorati, macchine, veicoli, prodotti medicali e farmaceutici. L’Austria invece importa dall’Italia macchine e veicoli, ferro ed acciaio, prodotti alimentari, abbigliamento e calzature. Ultimamente molte aziende austriache hanno ampliato la loro presenza in Italia, creando anche joint ventures con imprese italiane o hanno annunciato la loro intenzione di espandersi in futuro. Le imprese austriache dispongono attualmente di 450 sedi in Italia, includendo anche società di distribuzione e di servizio. La Porsche Holding ha annunciato recentemente di continuare la sua espansione in Italia con l’acquisizione del concorrente italiano Saottini e le ferrovie austriache effettueranno un investimento nel porto di Trieste.  (APA - ICE VIENNA)