La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Secondo l'ultimo rapporto della Banca Centrale durante  2018, l'interscambio commerciale del Cile ha raggiunto USD 149,67 Mld. con un aumento dell'11,5% rispetto al 2018 (USD134,29 Mld ). La bilancia commerciale ha registrato un  surplus pari USD 4.669 milioni, rispetto a USD 7.359 milioni, registrati nel 2017.

Le esportazioni di beni hanno raggiunto USD 75,48 Mld., con un aumento del 9% rispetto a 2017. Tale risultato dovuto all'aumento del 13,2% delle esportazioni del settore agricolo, frutticolo, (principalmente ciliegie), silvicolo e della pesca, dell'11,7% del settore industriale e del 6,8% del settore minerario in particolar modo per l'aumento delle esportazioni di  concentrati di rame e catodi di rame raffinato.  Per zona geografica, Asia e Europa hanno mostrato le maggiore crescite. Le importazioni hanno raggiunto US$74,18 Mld. CIF, con un aumento 14% rispetto al 2017. Si rileva l'aumento delle importazioni di petrolio crudo con USD, del gasolio e diesel con USD 867,5 milioni e degli automobili (USD 757,2 milioni) . I paesi fornitori che hanno visto un maggior aumento delle loro importazioni sono stati: Stati Uniti, Cina e Brasile. (ICE SANTIAGO)