La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

 

 Il Re dell'Arabia Saudita Salman bin Abdulaziz ha lanciato quattro progetti di “wellbeing” urbano per la capitale del regno, Riyadh, che miglioreranno significativamente la vita dei suoi cittadini, trasformando la città in una destinazione attraente e fra le più vivibili del mondo. I quattro progetti di “wellbeing” urbano

- King Salman Park, Sports Boulevard, Green Riyadh e Riyadh Art - si integrano con il programma “Quality of Life” del piano Saudi Vision 2030 e rispondono agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, al fine di creare città e comunità sostenibili, promuovendo misure urgenti contro i cambiamenti climatici.

 

Sviluppati con un investimento governativo di quattro progetti offriranno al settore privato opportunità di investimento per un valore di 15 miliardi di dollari in aree residenziali, commerciali, ricreative e dedicate al benessere. Oltre a creare decine di migliaia di nuovi posti di lavoro, contribuiranno anche a promuovere un approccio integrato al benessere, alla salute, allo sport, alla cultura e alle arti, sostenuto da un impegno per la sostenibilità ambientale.

 

Con i suoi 13,4 chilometri quadrati, il King Salman Park sarà un'oasi verde in un’area urbana e sarà il più grande parco cittadino al mondo. Oltre a residence e hotel, ospiterà anche un complesso artistico (Royal Arts Complex), teatri, musei, cinema, impianti sportivi, fontane, ristoranti e un campo da golf da 18 buche (il Royal Golf Course). Il parco avrà anche diversi luoghi di ritrovo, tra cui le fontane di Riyadh e un giardino verticale. Uno sviluppo urbano sostenibile dal punto di vista ambientale che offrirà opportunità alla comunità internazionale nel settore delle arti, dello spettacolo e della cultura.

 

Tra i più grandi progetti di greening urbano al mondo, Green Riyadh, aumenterà la quantità di verde nella capitale saudita grazie alla piantumazione di 7,5 milioni di alberi. Ciò contribuirà ad aumentare la quantità di verde presente in città, passando entro il 2030 dall'1,5% dell'area totale al 9,1%, ossia circa 541 chilometri quadrati. A livello pro capite, la disponibilità di spazi verdi aumenterà dagli attuali 1,7 metri quadrati a 28, in confronto ai 9 metri quadrati indicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il progetto Green Riyadh contribuirà a ridurre la temperatura media dell’ambiente di 2 gradi Celsius e utilizzerà quotidianamente le acque reflue trattate (più di 1 milione di metri cubi) per l'irrigazione, a vantaggio della sostenibilità delle risorse idriche della città.

 

Nel cuore della città una nuova ed emblematica attrazione per il benessere e la salute sarà la Sports Boulevard, caratterizzata da una pista ciclabile professionale lunga 135 chilometri che attraverserà la città e le valli circostanti: la prima del suo genere nella regione. Con oltre 3,5 milioni di metri quadrati di nuovo spazio aperto in tutta la città, questo grande progetto comprenderà anche un centro sportivo, maneggi e piste di atletica, ed è quindi destinato a ospitare numerose attività sportive. Sports Boulevard è stata progettata per essere completamente accessibile a tutte le fasce della popolazione.

 

Riyadh Art è il più grande investimento governativo al mondo per l'arte pubblica e renderà la città "una galleria d'arte a cielo aperto" attraverso un programma interattivo e artistico di livello mondiale. Con 1.000 opere d'arte curate attraverso 10 programmi artistici separati e un festival annuale delle arti, questo grande progetto presenterà opere d'arte su larga scala che affascineranno e coinvolgeranno artisti e appassionati di arte provenienti da tutto il mondo. Il clou di Riyadh Art sarà un'installazione iconica che costituirà la pietra miliare dell'arte di Riyadh del XXI secolo, creata dal talento più innovativo, creativo e ambizioso del mondo.

 

I lavori per i quattro progetti di “wellbeing urbano” sopra descritti inizieranno nella seconda metà del 2019.