La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Con la Legge federale del 31 dicembre 2017 n. 487-FZ sono state apportate modifiche alla Legge federale del 28 dicembre 2009 n. 381-FZ “Sui principi della regolamentazione statale del commercio nella Federazione Russa”, le quali pongono le basi per l’introduzione del sistema di marchiatura identificativa “univoca”

dei prodotti nella Federazione Russa, iniziativa che si inserisce tra i provvedimenti del Governo russo mirati alla lotta alla contraffazione nonché alla tutela della proprietà intellettuale e dei diritti dei consumatori. Il nuovo sistema di marchiatura con chip è in fase di sperimentazione, su base volontaria, su alcune delle categorie di prodotti elencati nell’Ordinanza n. 792-р. In particolare, a partire dal 15 gennaio 2018 e sino al 28 febbraio 2019, la nuova marchiatura è stata sperimentata sui tabacchi, per i quali adesso è a tutti gli effetti obbligatoria. Parimenti, dal 1° giugno 2018 e sino al 30 giugno 2019, e’ in corso la sperimentazione anche per i prodotti del settore delle calzature. In data 14 marzo 2019 l’Operatore di sistema denominato “Čestnyj Znak” (lett. in italiano “marchio di correttezza”) ha comunicato che avrebbe inviato al Ministero dell’Industria e del Commercio talune raccomandazioni per l’introduzione graduale dell’obbligo di marchiatura delle calzature e per l’organizzazione di un periodo iniziale di transizione.     (ICE MOSCA)