La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

L'Uzbekistan prosegue con vigore il programma di dismissioni degli attivi pubblici. Il decreto presidenziale del 3 aprile 2019 annuncia le prossime privatizzazioni del comparto chimico. Le societa' statali del setotre chimico saranno cedute in tutto o in parte attraverso negoziati diretti con investitori privati potenzialmente interessati.

Tra le societa' da dismettere si segnalano: 1) Samarkandkimyo JSC, il 60.3% delle azioni sono dello stato ed il 39.6% del capitale azionario e’ riconducibile a Uzkimyosanoat), 2) Kungrad Soda Plant LLC, il 51% delle azioni fa parte della compagnia "Uzkimyosanoat" al valore di mercato per espandere capacita’ produttiva, 3) JSC "Kukon Superphosphate Creek", il 70.5% delle azioni sono dello stato ed il 25% del capitale e’ controllato da Uzkimyosanoat to Indorama company (Singapore ed al valore di $ 4.3 milioni con impegni di investimenti, 4) JSC "Ferghanaazot" il 48,9% delle azioni statali ed il 2,9% della compagnia statale Uzkimyosanoat JSC saranno vendute dopo un processo di gara che premiera’ anche gli impegni di aumento della produzione di ammoniaca. I processi gara interesseranno anche la vendita pubblica del 26,1% delle azioni della JV "Electrokhimzavod", fino al 25% delle azioni di JSC "Jizzakh plastic". Saranno inoltre vendute le azioni, attraverso processo di gara competitivo, della societa’ Dekhkanabad Potash Plant LLC. (ICE ALMATY - spot uz)