La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Ministro dell’Ambiente Neno Dimov ha firmato il contratto di finanziamento per la realizzazione di un impianto di trattamento anaerobico dei rifiuti, raccolti nei comuni di Ruse, Ivanovo, Slivo pole, Tutrakan e Vetrovo. L’impianto tratterà 18 mila ton all’anno di rifiuti biodegradabili

separatamente raccolti. Il progetto sarà realizzato sul territorio dell’Organizzazione regionale per la gestione dei rifiuti di Ruse. L’ammontare complessivo dell’investimento è di 17,8 milioni di euro, dei quali 13,3 milioni sono contributi a fondo perduto stanziati nell’ambito del Programma operativo “Ambiente” 2014 – 2020. Il progetto deve essere realizzato in un termine di 45 mesi. Un altro contratto di finanziamento è stato firmato con i sindaci dei comuni di Kyustendil, Treklyano e Nevestino per la realizzazione di un impianto di pretrattamento di RSU con la capacità di 15,5 mila ton all’anno e per un impianto di compostaggio aerobico di rifiuti verdi e/o biodegradabili con la capacità di 3 mila ton all’anno. L’investimento nei due impianti ammonta a 4,95 milioni di euro dei quali 3,57 sono contributi a fondo perduto. Il progetto sarà realizzato in 35 mesi. (ICE SOFIA)