La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Dei 751 europarlamentari eletti alle elezioni europee del 2014, il 48,5 % erano nuovi deputati e il 51,5 % deputati già eletti in una legislatura precedente. La percentuale più elevata di nuovi deputati si è registrata in Grecia con il 90,5%, seguita dall’Italia con il 67,1%.

Le donne rappresentano attualmente il 36,2% del Parlamento, percentuale leggermente più bassa rispetto all’inizio della legislatura nel 2014 (36,9%). Le donne rappresentano il 38,4% dei 73 deputati italiani.

Quando il l’ultimo Parlamento europeo si è insediato, a luglio 2014, l’età media dei deputati era di 53 anni mentre a marzo 2019 è salita a di 55. Per quanto riguarda gli europarlamentari italiani, l’età massima è 74 anni mentre la minima è 32. La media è dunque 52 anni.

Tra luglio 2014 e marzo 2019, 108 europarlamentari sono stati sostituiti per varie ragioni: 43 deputati si sono dimessi, 6 sono deceduti e 59 sono hanno assunto altri incarichi.

Sessioni plenarie.  In occasione delle sessioni plenarie, che rappresentano l'apice del lavoro parlamentare, i deputati votano le leggi e discutono problemi di attualità. Nel periodo 2009-2014 ci sono stati 260 giorni di sessione plenaria per un totale di 2.160 ore. Da luglio 2014 a dicembre 2018, i deputati hanno partecipato a 255 giorni di plenaria per un totale di 2.187 ore di sedute. Nello stesso arco temporale ci sono stati oltre 27.000 voti, di più rispetto ai 23.553 della precedente legislatura.

Quanto tempo ci vuole per far passare una legge?  Le leggi europee sono proposte dalla Commissione e devono essere approvate dal Parlamento e dal Consiglio dell'UE prima di entrare in vigore. Gli eurodeputati negoziano con i governi dell'Unione europea per cercare di raggiungere accordi ma la durata dei negoziati è variabile e possono esservi fino a tre letture sia in Parlamento sia in Consiglio.

La maggior parte degli atti legislativi del periodo 2014-2019 sono stati adottati in prima lettura, con una media di 18 mesi. Nel caso di leggi per cui si e passati a una seconda lettura, la durata media della procedura è arrivata a 39-40 mesi.

Partiti politici a livello nazionale e gruppi parlamentari.  I partiti politici nazionali competono nelle elezioni europee, ma i deputati eletti, una volta arrivati in Parlamento, formano dei gruppi parlamentari transnazionali. Il numero di gruppi parlamentari è rimasto piuttosto stabile nel corso degli anni: durante legislature 2004-2009 e 2009-2014 c'erano sette gruppi. Il numero è salito a otto nell’attuale Parlamento.

Tuttavia, il numero di rappresentanti dei partiti politici nazionali è in costante crescita. Nel periodo 2004-2009 c'erano deputati di 168 partiti nazionali, nel 2014 il numero è salito a 191, mentre a fine marzo 2019 si sono registrati 232 partiti nazionali.