La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il governo di João Lourenço ha ingaggiato la compagnia di lobby nordamericana "Squire Patton Boggs" per aiutare a riformare il settore bancario, attirare investimenti internazionali e identificare alleati a Washington.

Le informazioni sono state avanzate, questa settimana, dal portale "Politico" che si basa su documenti del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.Il contratto firmato con la "Squire Patton Boggs" è di USD 4,1 milioni all'anno e dura un anno, con opzione di rinnovo per un secondo anno. Robert Kapla e Joe Brand sono citati come le figure che guideranno la squadra di lobbisti di questa ditta americana che aiuterà l'Angola.In un'intervista al sito "Politico", il capo della squadra lobbista, Robert Kapla, ha spiegato che il Presidente, João Lourenço, sta cercando legami più stretti con Washington. Secondo Kapla, Lourenço "è attualmente impegnato in una forte transizione politica in Angola, ed è difficile perché coinvolge una storia di 38 anni di corruzione profondamente radicata"."E lui vuole cambiarla", ha detto Kapla.Secondo i registri storici, l'ultima banca estera che ha operato come corrispondente nelle operazioni operative, in dollari statunitensi è stata la Deutsche Bank, della Germania che nel frattempo ha lasciato il mercato nel 2016, secondo il Dipartimento del Commercio. Gran parte del lavoro della squadra di lobbisti della "Squire Patton Boggs" dovrebbe ora concentrarsi su come ottenere supporto per la ricostruzione del sistema bancario del Paese affinché queste banche possano tornare.La "Squire Patton Boggs" è un'azienda con cui l'Angola ha già lavorato in passato. Erano le stesse persone che, nel maggio 2004, hanno contribuito a preparare la visita che l'ex Presidente José Eduardo dos Santos effettuò negli Stati Uniti d'America. (ICE LUANDA - Club-k.net)