La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

SOLVIT Italia è al terzo posto in Europa per il numero dei casi trattati e ha ottenuto un tasso di risoluzione dei reclami pari al 96%, ben al di sopra della media europea del 90%. Un "risultato encomiabile", ha sottolineato la Commissione europea

nel commentare i dati relativi all'attività svolta nel 2018 dai centri SOLVIT, la rete europea creata per aiutare cittadini e imprese a trovare soluzioni rapide a problemi causati dalla non corretta attuazione del diritto dell'UE da parte delle Pubbliche Amministrazioni.

Nel 2018, i centri SOLVIT di tutti i Paesi UE hanno affrontato complessivamente 4.895 casi, SOLVIT Italia ne ha istruiti e valutati 556 e in 353 casi ha riscontrato una violazione di una norma europea. Libera circolazione delle persone, sicurezza sociale, riconoscimento delle qualifiche professionali e patenti di guida, i settori più ricorrenti nei reclami dei cittadini. Da Romania, Bulgaria e Polonia il maggior numero di casi sottoposti al centro SOLVIT Italia.