La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I cittadini europei possono tranquillamente godersi una nuotata in spiaggia quest’estate. Circa l'85% dei siti di balneazione in Europa sono "eccellenti". Secondo l'annuale relazione dell'Agenzia europea dell’ambiente, circa l'85% dei siti di balneazione monitorati in

tutta l'UE nel 2017 sono stati classificati come "eccellenti", ovvero quasi del tutto privi di agenti inquinanti nocivi per l’uomo e l’ambiente. Oltre il 96% dei siti balneari ha soddisfatto i requisiti minimi di qualità stabiliti dalle norme dell'Unione europea.

Lussemburgo, Cipro, Malta, Grecia e Austria sono i paesi con il maggior numero di siti di balneazione con qualità "eccellente" dell'acqua, mentre l’Italia conta il 91% di tutti i siti presi in esame classificati tra le eccellenze.