La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Governo thailandese ha approvato nei giorni scorsi il ''Thailand Plus package'', un piano che punta ad attrarre investimenti in tecnologie avanzate. La Thailandia intende infatti porsi come destinazione privilegiata per investimenti produttivi che consentano di

favorire l'ingresso nel gruppo dei Paesi ad alto reddito. In particolare, il piano mira a velocizzare l'approvazione dei progetti di investimento,  con la creazione di un apposito comitato-guida in campo economico presieduto dal Primo Ministro.

Il pacchetto prevede tra l'altro la creazione di aree industriali specifiche per ospitare progetti provenienti, ad esempio, da Corea del Sud, Cina e Taiwan, e incentivi specificamente rivolti all'attrazione di investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico. Il piano, inoltre, punta a rimuovere ostacoli quali la scarsita' di manodopera altamente qualificata reperibile sul mercato locale e le difficolta' nell'ottenimento dei permessi di soggiorno per gli investitori e il personale dirigente espatriato.

 

Sempre nell'ambito del pacchetto, il governo intende accelerare il processo verso la ripresa del negoziato con l'UE sugli accordi di libero scambio, anche per rafforzare l'attrattivita' della Thailandia.  (Farnesina)