La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il progetto "Made in Nature", finanziato dall'Unione Europea e coordinato dal Centro Servizi Ortofrutticoli per la promozione del consumo di frutta e verdura da agricoltura biologica in Italia, Francia e Germania, ha presentato, in occasione della fiera

Anuga a Colonia, le campagne di comunicazione e pubblicità dei prodotti autunnali e un rapporto sulla situazione del mercato biologico in generale. Il settore biologico europeo è in continuo sviluppo. Secondo Eurostat, la superficie di coltivazioni biologiche è aumentata del 25% tra il 2012 e il 2017.

Nel 2012, la quota biologica della superficie agricola totale ammontava soltanto al 5,5%. L'Austria (23,4%) è il paese dell'UE con la più alta percentuale di zone di produzione biologica, seguita dall’Estonia (19,6%), la Svezia (19,2%), l’Italia (14,9%), Repubblica Ceca (14,1%), Lettonia (13,9%) e Finlandia (11,4%). Le relative superfici agricole coltivate sono generalmente aumentate (ad esempio nell’Unione Europea con +0,8 milioni di ettari nel 2017). In termini assoluti, la Spagna (2,1 milioni di ettari), l’Italia (1,9 milioni di ettari) e la Francia (1,7 milioni di ettari) sono in testa.

Secondo uno studio dell'Istituto di ricerca per l'agricoltura biologica europeo FiBL, nel 2017 la domanda di prodotti biologici è fortemente aumentata con l’Unione Europea come secondo mercato interno mondiale per i prodotti biologici dopo gli Stati Uniti. La Germania si posiziona al primo posto nella sezione importatori di prodotti da coltivazione biologica, con quasi 1.700 importatori e con un fatturato al dettaglio di 10 miliardi di Euro. Anche in Italia i dati di vendita del settore biologico sono in costante crescita, con un fatturato di 3 miliardi di Euro. (ICE BERLINO)