La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

E' partita da Hong Kong, per poi proseguire a Shanghai e Pechino, la missione in Cina di circa novanta commercialisti ed esperti contabili italiani organizzata dall'Associazione Internazionalizzazione Commercialisti Esperti Contabili (AICEC).

La delegazione, guidata dal Presidente di AICEC Giovanni Gerardo Parente, ha preso parte al seminario "Hong Kong, una piattaforma preziosa per lo sviluppo delle aziende italiane in Asia". L'evento, organizzato da AICEC, Consolato Generale a Hong Kong e Hong Kong Trade Development Council, ha fornito una panoramica sul sistema economico di Hong Kong, sui vantaggi che offre alle aziende italiane che progettano di sviluppare i propri affari in Cina e in Asia e sugli strumenti di sostegno del Sistema Italia in loco a favore delle aziende.

La delegazione ha poi partecipato a un seminario di approfondimento sulle opportunita' di affari a Hong Kong e nella Greater Bay Area presso la sede di Intesa Sanpaolo. Rappresentanti della banca italiana e relatori provenienti dal mondo accademico e produttivo hanno illustrato l'importanza della metropoli nel quadro delle strategie di internazionalizzazione delle aziende italiane in Asia. Nel corso dei lavori si è tenuta una tavola rotonda organizzata dai commercialisti insieme a UniCredit Shanghai Branch e ai principali studi professionali di Shanghai con l'intervento di Lorenzo Riccardi, tesoriere della Camera di Commercio Italiana a Shanghai, che ha annunciato la nascita dell'Associazione dei commercialisti italiani in Cina, che si propone come braccio operativo di AICEC e CNDCEC nella RPC.

La missione di AICEC si e' conclusa a Pechino con un incontro presso l'Istituto Italiano di Cultura, dove sono intervenuti anche rappresentanti dell’associazione dei commercialisti cinesi, il "Chinese Institute of Certified Public Accountants", e della Beijing Language and Culture University (BLCU). Con quest'ultima AICEC intende finalizzare un accordo di collaborazione per realizzare iniziative di formazione congiunte per commercialisti ed esperti contabili italiani e cinesi, con l'obiettivo di far loro acquisire le competenze necessarie per supportare le PMI.   (Farnesina)