La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Nel mese di ottobre l'Argentina ha incrementato 130% la produzione di energia rinnovabile. Secondo l'ultimo rapporto di CAMMESA, tutte le fonti energetiche hanno mostrato una crescita dei consumi annuali ad eccezione dell'energia idroelettrica e termoelettrica.

Il documento indica che nel mese di ottobre il 7,8% della matrice energetica era costituita da energie rinnovabili, principalmente eoliche.La società di gestione del mercato all'ingrosso dell'energia elettrica (CAMMESA) ha appena pubblicato il Rapporto mensile per il mese di ottobre - consultabile on line-, che indica che l'aumento delle energie rinnovabili nella matrice elettrica argentina è stato del 138% rispetto ai primi 10 mesi del 2018.

In questo confronto, l'energia idroelettrica ad alta potenza (superiore a 50 MW) è diminuita del 7,5% e l'energia termoelettrica quasi l'11%.Secondo il rapporto, in Argentina sono già installati 2.411 MW di energia rinnovabile: 434 MW di solare fotovoltaico, 1.439 eolici, 498 MW di mini impianti idroelettrici, 39 MW di biogas e 2 MW di biomassa.Questo volume di energia ha realizzato che durante il mese di ottobre il 7,8% del consumo di elettricità proveniva da fonti rinnovabili.

Tuttavia, nel volume annuale, rappresenta il 6% della potenza totale installata.Le proiezioni per il mese di novembre sono ancora più incoraggianti, dato che sono attese una maggiore generazione di energia da parchi solari fotovoltaici e la produzione di impianti recentemente entrati in esercizio commerciale.  (ICE BUENOS AIRES)