La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

E’ stata inaugurata una linea elettrica di extra alta tensione tra Tacuarembo' e Melo (capoluoghi dipartimentali nel nord del Paese, verso la frontiera con il Brasile), i cui lavori sono stati realizzati dall'azienda italiana Terna in consorzio con la societa'

di costruzione uruguaiana Saceem a seguito dell'aggiudicazione di una gara d'appalto nel 2016.

Il Presidente di UTE, la societa' pubblica che si occupa della generazione, trasmissione, distribuzione e vendita dell'energia elettrica in Uruguay, nel corso del suo intervento, ha sottolineato il ruolo fondamentale della linea da 500kV costruita da Terna (di una lunghezza di 213 km) per il completamento del cosiddetto ''anello nord', parte di un piu' ampio progetto di rinnovamento della rete di trasmissione elettrica che consentira' una gestione energetica piu' efficiente e razionale, evitando interruzioni impreviste di elettricita' che hanno caratterizzato la regione in passato. Solo nel nord del Paese, secondo i dati di UTE, sono stati investiti negli ultimi 10 anni oltre 480 milioni di USD per le reti di trasmissione, mentre in tutto l'Uruguay circa 1,1 miliardi di USD (il 15% di tutto l'investimento nel settore elettrico).

Per quanto riguarda il futuro, UTE prevede di investire nei prossimi cinque anni 1,2 miliardi di USD, di cui un quarto per il completamento delle reti di trasmissione. La priorita' dell'azienda pubblica sara' pero' diretta verso il settore della distribuzione (464 milioni di USD previsti), con l'obiettivo di evitare interruzioni del servizio elettrico associate in particolare ai fenomeni climatici estremi.