La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

La Cina ha lanciato la legge sugli investimenti esteri che favorisce gli investitori stranieri, fornendo loro una quota maggiore del più grande mercato del mondo e mettendoli in condizioni di parità con le loro controparti cinesi. Con disposizioni unificate per l'ingresso, la promozione,

la protezione e la gestione degli investimenti esteri, la legge è una pietra miliare che risolve le preoccupazioni internazionali e migliora i profitti per le imprese straniere. Secondo il Ministero del Commercio cinese, un totale di 36.747 nuove imprese finanziate dall'estero è stato istituito da gennaio a novembre nel 2019, mentre gli investimenti diretti esteri nella terraferma cinese sono aumentati del 6% su base annua a 845,9 miliardi di yuan. Secondo la Conferenza sul lavoro economico centrale che ha tracciato il trend dell'economia cinese nel 2020, l'apertura della Cina continuerà a svilupparsi su una scala più ampia e ad un livello più profondo, e gli investimenti stranieri saranno facilitati e meglio protetti.