La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Le Banche italiane sono sempre più impegnate a favorire la crescita dell’innovazione tecnologica del Paese. Basti pensare che dall’ultima rilevazione ABI – CIPA sull’IT (Information Technology) nel mondo bancario italiano, emerge che nel 2018 la spesa e gli

investimenti IT dei diciannove gruppi facenti parte del campione è stata di 4,7 miliardi di euro.

Il dato sulla spesa è sicuramente sottostimato perché nel campione della rilevazione non sono inclusi i Centri Servizi consortili (es. Cedacri, CSE) i cui investimenti si riflettono sull’innovazione tecnologica delle banche che usufruiscono di tali centri. La percentuale della spesa dedicata agli investimenti in tecnologia per il business (es. servizi bancari tipici, credito, finanza etc etc.) assorbe circa i due terzi del totale IT (67,3%). Il rimanente 32,7% è dedicato agli aspetti di efficientamento della gestione interna.

La ricerca sottolinea che il 39,1% del totale della spesa, oltre 1,8 miliardi, è stata destinata all’implementazione di nuovi progetti e funzionalità (investimenti in nuove tecnologie es. Piattaforme Api e Open Banking, iniziative di Mobile Banking, iniziative di Data Governance etc etc.) Secondo la rilevazione l’85% del campione include nella propria strategia IT il ricorso ad aziende Fintech: il 25% vi collabora in forma continuativa, il 35% in modalità occasionale e il 25% lo prevede nel biennio 2019-2020.

L'innovazione è una componente fondamentale del servizio bancario e la relazione tra banche e Fintech è sempre più complementare. In un contesto dove nuovi soggetti si affacciano offrendo servizi finanziari digitalizzati, le banche fanno la loro parte investendo in tecnologie e innovazione a supporto del business sia attraverso la valorizzazione del proprio patrimonio di risorse e idee sia mediante collaborazioni attive con le Fintech e con gli altri soggetti operanti nell’ecosistema.