La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

La tradizione alimentare italiana al centro dell’evento organizzato da Confapi e Ice nella sede di Apindustria Brescia al quale hanno preso parte 35 aziende che si sono incontrate con 23 buyers provenienti da sei paesi europei, selezionati da alcune sedi

estere di Ice-Agenzia. Dai campioni della nostra tavola, come olio, vino, formaggi, ai prodotti di nicchia, passando per l’agricoltura biologica. La giornata di Brescia è la prima di un programma di tre workshop settoriali, che Confapi ha organizzato con Ice per promuovere le esportazioni delle imprese associate.   Nel corso della giornata particolare rilievo ha avuto la presentazione del mercato polacco – oggi in forte espansione – con l’intervento di Antonino Mafodda, responsabile di Ice Varsavia.

Nel 2019 in Polonia i consumi individuali sono cresciuti del 4% e il Pil ha registrato un incremento del 4,1%. Il mercato agroalimentare è dominato dalla grande distribuzione, che costituisce oltre il 70% delle vendite. I prodotti italiani sono spesso trattati da importatori/distributori specializzati nel canale Ho.re.ca. Nelle principali città polacche la cucina italiana è sempre più apprezzata, tuttavia c’è ancora molto da lavorare per aumentare la conoscenza del livello qualitàtivo che differenzia i prodotti italiani e li rende unici nel mondo. Nel 2019 le esportazioni dall'Italia di prodotti agro-alimentare e vini destinati alla Polonia hanno raggiunto quasi  1 miliardo di euro (930 milioni ).  (ICE VARSAVIA)