La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Primo Ministro neozelandese Jacinda Ardern ha annunciato l'allocazione di una parte del Piano di investimenti pubblici in progetti infrastrutturali (NZ Upgrade) di 12 miliardi NZD (ca. 7 miliardi di euro) pubblicato lo scorso dicembre. Circa 5,3 miliardi NZD sono stati

destinati a nuove infrastrutture viarie, 1,1 miliardi a progetti ferroviari, 400 milioni a progetti di piste ciclabili e sovrappassi pedonali, 400 milioni a progetti di edilizia scolastica e 300 milioni a progetti di edilizia ospedaliera. L'allocazione dei rimanenti 4,5 miliardi verra' indicata all'interno della prossima manovra di bilancio, la cui presentazione e' prevista per maggio 2020.

Il Piano dischiude notevoli opportunita' per le imprese italiane di costruzioni e ingegneria, soprattutto per quelle gia' operanti nel Paese o nella vicina Australia, in considerazione della riconosciuta apertura delle procedure d'appalto neozelandesi alle imprese internazionali, previa costituzione di una impresa di diritto locale, sia per l'assenza di una industria nazionale di settore che per l'attenzione verso la ricerca delle soluzioni tecniche piu' all'avanguardia sul mercato.   (Farnesina)