La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Secondo i dati pubblicati dall’Oficina Nacional de Estadísticas e Informaciones, nel mese di gennaio 2020 (prima dell’emergenza COVID 19) è stata registrata un’ennesima diminuzione degli arrivi dall’estero a Cuba (- 19,6 % per ca. 96mila unità

in meno rispetto allo stesso mese del 2019). Tale diminuzione (dopo che nel 2019 si erano registrati 4,276 milioni di ingressi con una riduzione di 0,436 milioni rispetto al 2018) pare da imputare principalmente all'impatto delle misure poste in essere lo scorso 4 giugno dall'Amministrazione Trump che hanno portato all'interruzione di crociere, voli e viaggi via mare privati verso l'Isola. I numeri registrati in gennaio sono inferiori anche al dato registrato nello stesso mese del 2017 e 2018, ma si rileva la tenuta degli arrivi dal Canada (principale cliente dell’Isola) che, in quest’alta stagione, permettono di contenere le perdite rispetto al picco negativo registrato in ottobre 2019, con un -27,8%. Prosegue la crescita come paese di provenienza della Federazione Russa, che beneficia di voli diretti, ed è l’unico paese ad aver registrato per molti mesi di seguito un dato positivo (+48,4% gennaio 2020/gennaio 2019), diventando il 2° paese di origine, primo europeo (era 5° nel 2018). All’inverso spicca il crollo degli arrivi dagli USA (di cittadini USA) con un -68,8% e soli 19,5 mila arrivi. Quanto all’Europa si attenua la flessione degli arrivi dall’Italia, (- 20,5%, passando da ca. 16,5 mila a 13,1 mila visitatori), in sesta posizione tra i paesi di provenienza. La Gran Bretagna (9°) è il paese europeo che ha registrato il più marcato calo di presenze (-50,1%); la flessione pare da imputare anche al fallimento della società Thomas Cook.    (ICE L'AVANA)