La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il checkpoint terrestre di Erenhot nella regione autonoma della Mongolia Interna nella Cina settentrionale, ha registrato un aumento della produttivita' nei primi due mesi, nonostante le misure adottate per la prevenzione e il controllo della pandemia di Covid-19.

Secondo la dogana locale, il volume delle importazioni e delle esportazioni ha raggiunto 2,28 milioni di tonnellate nei primi due mesi, con un aumento del 25,9 per cento rispetto all'anno precedente. Tra questi, le importazioni hanno rappresentato oltre il 90 per cento del totale, in aumento di oltre un quarto rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre le esportazioni hanno visto un aumento del 12,6 per cento su base annua. Le dogane hanno attribuito l'impennata ai servizi di treni merci Cina-Europa che importano prodotti da allevamento mongoli ed esportano frutta, verdura e prodotti meccanici ed elettrici cinesi.

Dall'inizio dell'anno al 13 marzo, Erenhot ha visto importare ed esportare 30mila teu di merci, con un aumento del 61,3 per cento rispetto all'anno precedente. La dogana ha creato un canale verde per le esportazioni di frutta e verdura per garantire l'efficienza dei trasporti di prodotti agricoli freschi. Nei primi due mesi, il volume delle esportazioni di frutta e verdura attraverso Erenhot ha raggiunto 14 mila tonnellate, con un aumento del cinque per cento su base annua, e il valore delle esportazioni e' cresciuto del 15,9 per cento su base annua per raggiungere 17 milioni di yuan (circa 2,39 milioni di dollari). Dall'inizio di marzo, per Erenhot sono passate le esportazioni cinesi di tre milioni di mascherine in Mongolia. Il 25 marzo, la Cina ha donato una serie di kit di rilevamento dell'acido nucleico, mascherine mediche e indumenti protettivi medici monouso attraverso la dogana, per aiutare la prevenzione e il controllo della pandemia in Mongolia. (ICE SHANGHAI - Agenzia NOVA)