La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Secondo uno studio recentemente pubblicato dal Centro di Statistica del Golfo, il Bahrain e’ stato il Paese che nel 2019 ha ridotto in misura maggiore l’ammontare complessivo delle tasse sugli investimenti rispetto agli altri

Paesi del mondo. L’economista Akbar Jaafari ha dichiarato che l’essere stati capaci di creare un clima favorevole agli investimenti con la presenza di un sistema bancario efficiente ed una limitata imposizione fiscale sono stati i fattori principali che hanno spinto il Bahrain a divenire una destinazione d’investimenti così importante a livello mondiale.

Jaafar Al-Sayegh ha poi affermato che tra gli altri motivi per cui il Bahrain attrae cospiqui investimenti esteri ci sono anche la stabilità economica e la posizione geografica strategica del Regno, assieme ad un’economia di libero mercato ed un sistema economico che promuove una notevole libertà economica.

Al-Sayegh ha concluso sottolineando che un sistema infrastrutturale altamente sviluppato specialmente nel settore produttivo, accordi di libero scambio con numerosi paesi e convenzioni internazionali che prevedono l’impossibilità di applicare una doppia tassazione sulle merci, uniti alla possibilita’ di detenere il 100% dell’ownership e ad una burocrazia snella che consente di ottenere rapidamente licenze e permessi necessari, hanno fatto del Bahrain uno dei Paesi del Golfo con maggiore potenziale attrattivo per gli investimenti esteri.   (ICE DOHA)