La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

L'interscambio commerciale della Serbia nel primo trimestre del 2020 ha totalizzato 10,22 miliardi di euro, un aumento del 5,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, con esportazioni in crescita del 3,1% (pari a 4,23 miliardi di euro) e importazioni

del 7,7% (pari a 5,99 miliardi di euro), come riportato dall’Ente serbo per la statistica. Il deficit è stato di 1,76 miliardi di euro – una crescita del 20,6%. La copertura delle importazioni con l’export ammonta al 70,7% - un calo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando era pari al 73,8%.

Lo scambio commerciale era maggiore con i paesi con cui la Serbia ha firmato gli accordi di libero scambio. Gli Stati membri dell'UE hanno una quota del mercato serbo del 60,5%. Il principale partner commerciale estero è stata la Germania, con le esportazioni pari a 550,4 milioni di euro e le importazioni pari a 768,1 milioni di euro.

L'Italia si trova al secondo posto per quanto riguarda le esportazioni (413,7 milioni di euro), mentre sul versante delle esportazioni occupa il quarto posto (489,7 milioni di euro) dietro la Russia e la Cina. (ICE BELGRADO)