La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Primo Ministro Shmyhal ha incontrato a Kiev l'Ambasciatore d'Italia in Ucraina, Davide La Cecilia, ed una delegazione di imprenditori italiani per fare il punto sui rapporti economici tra i due Paesi nel momento in cui, con la “Fase 2” della pandemia Covid-19,

riprendono le attività economiche. "L’Italia è uno dei primi partner commerciali dell’Ucraina a livello mondiale ed europeo e da tempo ci siamo posti l’obiettivo di aumentare gli investimenti e le collaborazioni economiche” ha affermato l’Ambasciatore La Cecilia. “La ripartenza avverrà con una strategia della comunicazione e una serie di strumenti finanziari importanti, che sono stati illustrati al Primo Ministro - ha aggiunto l'Ambasciatore - per sviluppare l’internazionalizzazione delle nostre aziende ed il loro consolidamento su questo mercato, con particolare attenzione al tessuto delle PMI che rappresentano, sia in Italia sia in Ucraina, larga parte del tessuto produttivo''.

 ''Insieme al Primo Ministro - ha proseguito La Cecilia - abbiamo confermato che i settori sui quali puntare sono l’agribusiness, le infrastrutture, l’energia, il digitale e lo spazio (a quest’ultimo, tra l’altro, sarà dedicato a fine maggio un evento connesso alla Giornata della Ricerca italiana nel mondo)''. ''Con Shmyhal, che ha illustrato le misure adottate dal Governo per fronteggiare la crisi, abbiamo concordato di intensificare la collaborazione in tutti questi settori per tornare a crescere. Questa emergenza ci ha messo alla prova, ma ci sta anche insegnando molto: occorre fare squadra ed essere pronti a correre più veloce di prima" ha concluso l’Ambasciatore.