La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il 3 giugno 2020 e' stata concessa la prima licenza per la distribuzione  all'ingrosso di bevande alcoliche nel piu' popoloso Paese dell'Asia Centrale. L'ispettorato dei tabacchi e degli alcol ha autorizzato la prima licenza di vendita di alcol alla

societa'  Elikqal'a savdo LLC, localizzata nella repubblica autonoma del Karakalpakstan.   

La comunicazione del Ministero delle Finanze da attuazione ad una recente  decisione del Governo. Precedentemente la vendita di bevande alcoliche era prerogativa esclusiva dello stato.   Le restrizioni sono state eliminate   nel mese di febbraio 2019. Il 28 maggio 2020 la societa' uzbeka ha presentato la domanda ed in pochi giorni ha ottenuto la licenza.   

La procedura per concedere la licenza prevede che la societa' richiedente abbia fondi sufficienti (circa 21 mila euro in moneta locale),  rispetti le normative e gli standard locali sull'immagazzinamento e la distribuzione di bevande alcoliche,  proprieta' di sistema informativo condiviso per ler registrare le vendite, utilizzo di fatturazione elettronica. Il costo della licenza e' di  44,6 milioni di som (circa 3.900 euro). Per la vendita dei vini e della birra  la nuova licenza non e' necessaria.  (ICE ALMATY)