La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Dopo l’annuncio da parte del presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, sulla candidatura del viceministro Jesús Seade a direttore generale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, l’attuale capo negoziatore del nuovo accordo di

libero scambio Messico, Stati Uniti, Canada (T-MEC), ha tenuto una conferenza stampa in remoto. Lo scambio virtuale con giornalisti nazionali e corrispondenti esteri in Messico, ha avuto lo scopo di approfondire le motivazioni di detta candidatura. Sulla base della sua vasta e rilevante carriera professionale, la nomina del viceministro sarebbe il prossimo passo necessario per rafforzare l'Organizzazione Mondiale del Commercio, in particolare, e l'architettura multilaterale globale, in generale. Jesús Seade ha una vasta conoscenza delle economie e delle dinamiche commerciali in Africa, America Latina, Asia, Europa, Medio Oriente e Nord America, nonché un importante dialogo con gli attori più rilevanti del commercio mondiale. L'esperienza del viceministro nei principali organismi economici globali - tra cui spiccano l'Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio (GATT), il Fondo monetario internazionale (FMI), la Banca mondiale (BM) e la stessa Organizzazione mondiale del commercio (WTO) - testimonia la sua capacità negli alti organismi commerciali multilaterali.

Seade è stato ambasciatore del Messico presso il GATT e, come tale, ha vinto importanti controversie commerciali in favore del Messico, dall'antidumping nel settore del cemento all'embargo sul tonno. Inoltre, ha rappresentato il Messico come capo negoziatore nell'Uruguay Round, all'origine dell'attuale WTO. A quel tempo, con i negoziati in stallo, fu concordato un cambiamento a capo del GATT.

Allora, l'organizzazione ha nominato, per consenso, Peter Sutherland come direttore generale e all’allora Ambasciatore Seade come direttore generale aggiunto. Il nuovo team è riuscito a sbloccare e portare a buon fine i negoziati, tra cui una rinegoziazione a beneficio del gruppo dei Paesi meno sviluppati, principalmente in Africa, presieduto personalmente dallo stesso viceministro Seade. Da questa serie di negoziati è emersa la creazione dell'WTO in sostituzione del GATT, di cui l'attuale capo negoziatore del T-MEC ha agito quale direttore generale aggiunto fondatore. Presso il Fondo Monetario Internazionale, nella sua qualità di consulente senior, ha promosso e presieduto la gestione delle politiche del Fondo nelle crisi finanziarie di Argentina, Turchia e Brasile e ha negoziato una massiccia cancellazione del debito estero di quindici paesi africani, altamente indebitati, a conferma della sua esperienza in economie in via di sviluppo, nonché della sua capacità di negoziatore. In precedenza aveva lavorato come capo economista presso la Banca Mondiale.

Durante i suoi incarichi in entrambe le istituzioni, ha guidato missioni di assistenza tecnica per oltre cinquanta paesi in Africa, Medio Oriente e America Latina. Jesús Seade ha studiato ingegneria chimica presso la Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM) e ha conseguito un master e un dottorato in Economia presso l'Università di Oxford, in Inghilterra, sotto la direzione del Premio Nobel per l'economia, James Mirrlees. La sua tesi di dottorato ha avuto come oggetto le politiche fiscali ottimali e la distribuzione del reddito. È stato professore all'Università di Warwick, nel Regno Unito e direttore fondatore del Center for Economic Studies di El Colegio de México (Colmex), nonché segretario esecutivo della Commissione messicana per l'energia nucleare. A Hong Kong è stato vicepresidente della Lingnan University e in Cina è stato vicepresidente associato per gli affari globali dell'Università cinese di Hong Kong-Shenzhen. Inoltre, è stato consulente senior dei Segretari dei servizi finanziari e del commercio e dell'industria di Hong Kong, prima di assumere l’incarico in Messico come capo negoziatore del Trattato Messico-Stati Uniti-Canada (T-MEC) nel 2018.

La candidatura del viceministro Seade alla Direzione General della WTO, rappresenta un riconoscimento alla sua esperienza e capacità, ma è, soprattutto, una testimonianza dell’impegno del Messico nell’ordine multilaterale. La candidatura messicana presenta un aspirante con l’esperienza e le competenze necessarie a rappresentare i migliori interessi globali in materia di libero scambio, in un momento chiave per la protezione e la promozione del multilateralismo e la cooperazione internazionale.