La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Un aiuto alle aziende impegnate nella trasformazione locale del caucciù arriva dal governo ivoriano Il ministro del Commercio e dell’Industria, Souleymane Diarrassouba, ha firmato con 12 aziende una convenzione che prevede agevolazioni fiscali per

investimenti nella filiera. L’obiettivo è doppio: da un lato, sviluppare la trasformazione locale di un prodotto che cresce localmente, l’albero da gomma, dal quale si estrae il lattice per il caucciù; dall’altra, assorbire il sovraccarico di produzione non trattata entro il 2023.

Secondo il ministro Diarrassouba, nel 2019, la produzione nazionale di gomma è stata di 780.000 tonnellate ma solo 519.000 sono state trasformate. Entro i prossimi tre anni, si stima che dovrebbero essere trasformate 400.000 tonnellate. Attualmente, circa il 55% della produzione di lattice è trasformata in Costa d’Avorio. Gli operatori della filiera sono in difficoltà a causa del crollo del prezzo del caucciù subito tra il 2011 e il 2016. La Costa d’Avorio è il settimo produttore mondiale di gomma naturale e il primo esportatore africano.  (ICE ACCRA - Info Africa)