La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Dopo la fine dello stato di emergenza per la pandemia di covid-19 l'economia albanese sta gradualmente iniziando a riprendersi. In totale, nella prima metà dell'anno, le casse statali hanno incassato 194,9 miliardi di Lek (circa 1,5 miliardi di Euro), inferiore rispetto

allo stesso periodo dell’anno precedente quando sono stati incassati 226,1 miliardi di Lek (1,8 miliardi di Euro).

L'imposta sul valore aggiunto ha raccolto un totale di circa 65,5 miliardi di Lek (529 milioni di Euro), di cui 7,2 miliardi (58 milioni) sono stati utilizzati per i rimborsi. Entrate significative sono state raccolte anche dalle accise per un totale di circa 19,7 miliardi di Lek (159 milioni) e dalle imposte sul reddito personale per un totale di 16 miliardi di Lek (129 milioni).

Nel frattempo, le spese totali per la prima metà dell'anno hanno raggiunto circa 233,4 miliardi di Lek (1,9 miliardi), di cui la maggior parte sono spese correnti di 193,8 miliardi di Lek (1,5 miliardi di Euro). Di conseguenza, il disavanzo di bilancio per questo periodo è stimato a circa 38,5 miliardi di Lek (311 milioni di Euro), subendo un aumento di 11,4 miliardi di Lek (92 milioni) per il mese di giugno. (ICE TIRANA)