La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Sottosegretario Manlio Di Stefano ha partecipato alla conferenza virtuale "Space Diplomacy 2.0" organizzata dai magazine Formiche e Airpress in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana. All’evento hanno preso

parte anche l’astronauta Samantha Cristoforetti, la Direttrice dell'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello Spazio extra-atmosferico (UNOOSA), Simonetta Di Pippo, e il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia.

In apertura del proprio intervento, il Sottosegretario ha ricordato i promettenti numeri del settore spaziale italiano, costituito da oltre 200 aziende, per un totale di 7.000 addetti in 10 distretti tecnologici nazionali e un fatturato complessivo di oltre 1,6 miliardi all’anno. 

"Il settore spazio” - ha proseguito Di Stefano - "è un asset indispensabile per la crescita e lo sviluppo dell’economia oltre che una delle eccellenze del nostro Paese. Oggi l’Italia è una delle poche Nazioni a disporre di un comparto spaziale ed aerospaziale caratterizzato da una filiera completa di prodotti e servizi. Puntiamo a rafforzare questo settore e a tal riguardo ricordo che per ogni euro investito nello spazio ne vengono generati fino a 7, e in media circa 2,5”. 

Il Sottosegretario Di Stefano ha inoltre ricordato che l’esperienza italiana è ampiamente riconosciuta a livello internazionale, come dimostra la partecipazione del nostro Paese dall’anno scorso al programma ARTEMIS della NASA che, ha concluso Di Stefano “garantisce non solo il posizionamento internazionale dell’Italia ma anche la partecipazione dell’industria nazionale, su basi commerciali, alla realizzazione del modulo abitativo della futura stazione in orbita lunare."