La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

In giugno i prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti del 2,3 per cento sui dodici mesi (1,5 in maggio). I prestiti alle famiglie sono aumentati dell’1,6 per cento sui dodici mesi (1,2 in maggio)

mentre quelli alle società non finanziarie sono aumentati del 3,7 per cento (1,9 nel mese precedente). I depositi del settore privato sono cresciuti del 6,0 per cento sui dodici mesi (contro il 7,5 in maggio); la raccolta obbligazionaria è diminuita del 3,8 per cento sullo stesso periodo dell’anno precedente (-4,9 in maggio). Le sofferenze sono diminuite del 13,2 per cento sui dodici mesi (in maggio la riduzione era stata dell’11,6 per cento); la variazione può risentire dell’effetto di operazioni di cartolarizzazione.