La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Il governo olandese sta lavorando a un terzo pacchetto di aiuti per sostenere le aziende colpite dalla crisi del coronavirus, ma è probabile che i termini siano più severi rispetto ai due precedenti accordi. Attualmente, il governo paga il 90% degli stipendi alle aziende che

subiscono una perdita di fatturato di almeno il 20%. Il nuovo pacchetto, invece, si rivolgerà solo alle aziende che registrano una perdita di fatturato del 30%. Tuttavia, il terzo pacchetto di sostegno dovrebbe durare più a lungo dei due precedenti, rispettivamente di tre e quattro mesi. Ministri, sindacati e datori di lavoro intendono concludere un accordo che durerà fino alla prossima estate, ma il supporto economico sarà indirizzato solo ai settori più in difficoltà in questa fase di crisi, ragion per cui è probabile che i licenziamenti aumenteranno nei prossimi mesi. Il governo olandese, dunque, intende focalizzarsi di meno sulla protezione dei posti di lavoro e di più sulla tutela delle aziende. Il ministro per gli affari sociali Wouter Koolmees e il ministro per gli affari economici Erik Wiebes si incontreranno mercoledì con sindacati e datori di lavoro per i colloqui su questo terzo pacchetto di aiuti. I primi due sono costati rispettivamente 20 e 13 miliardi di euro. (ICE BRUXELLES)